News

“Sei il genitore migliore che tuo figlio possa avere” per la giornata mondiale della prematurità

Quali sono gli strumenti per il dialogo corretto tra genitori e figli? Come gestire il capriccio?

In occasione della
GIORNATA MONDIALE DELLA PREMATURITÀ,
RAISE promuove l’evento

“Sei il genitore migliore che tuo figlio possa avere”
Incontro formativo con Roberta Cavallo di BimbiVeri
16 Novembre 2019 ore 10:30
c/o laFeltrinelli Piazza Piemonte – Milano

Evento gratuito con donazione a favore della ricerca:

sarà attivo un banco di foundraising a supporto della ricerca RAISE

per i bambini in Terapia Intensiva Neonatale.

Dona per una qualità di vita migliore ai piccoli guerrieri: clicca qui

 

Evento gratuito con donazione a favore della ricerca.

Compila il modulo per rimanere aggiornato!

 

Anche con una piccola donazione alla ricerca, puoi donare una vita migliore ai piccoli guerrieri

                                                                                        
Diventare genitori è un’esperienza meravigliosa, ma anche ricca di emozioni contrastanti. Felicità certo, ma anche paura, rabbia, spesso anche senso di inadeguatezza. La genitorialità porta con sé tante nuove e grandi sfide da affrontare e spesso sembra difficile riuscire a comprendere quale sia la strada giusta da seguire.

“Sei il genitore migliore che tuo figlio possa avere” sarà uno straordinario incontro con la Consulente Genitoriale Roberta Cavallo, che dialogherà con i genitori per una formazione ricca di consigli e per aiutare le famiglie a comprendere al meglio i propri bambini. Un’ora in cui saranno svelati gli strumenti e fornite le soluzioni più valide per fare le scelte giuste al momento giusto, ed instaurare così una comunicazione corretta ed efficace con il proprio bambino, per risolvere le incomprensioni e le difficoltà di educazione in ogni fascia di età.

Un tempo in cui i genitori, che hanno vissuto o stanno vivendo la TIN – Terapia Intensiva Neonatale o difficoltà psico-fisiche del proprio bambino, potranno scoprire che è possibile gestire, in modo efficace e amorevole, le difficoltà che si trovano ad affrontare con i figli.

“Sei il genitore migliore che tuo figlio possa avere. Non scoraggiarti davanti alle difficoltà, trova soluzioni. Non giudicarti se sbagli, accogliti. Amati come lui ti ama e perdonati come lui ti perdona, sempre”, fondatrice di BimbiVeri, Roberta Cavallo è autrice di 5 libri best seller, risultando la più letta e seguita in Italia dai genitori negli ultimi anni.

L’evento apre un percorso di informazione, confronto e trattamenti osteopatici rivolto alle famiglie, sviluppati anche in ottica di raccolta fondi a supporto della ricerca per i bambini in TIN e con disabilità.

La Ricerca RAISE ha reso evidenti i benefici del Trattamento Manipolativo Osteopatico sul bambino prematuro, primo tra tutti: tempi di degenza in TIN più brevi.

1 bambino su 10 nasce prematuro.

La prematurità può causare deficit e complicanze che l’intera famiglia si trova ad affrontare. Il miglioramento della qualità di vita nel prematuro è una priorità e l’Organizzazione Mondiale della Sanità lo ha definito obiettivo es­senziale da perseguire e raggiungere entro il 2035.

LE GIORNATE DI TRATTAMENTO SOLIDALE nel mese di Novembre
A sostegno della Giornata Mondiale della Prematurità e della Ricerca, sono state promosse le giornate di trattamento solidale che inizieranno il 16 Novembre dalle ore 13:00 alle ore 18:00 presso la Clinica MOBi – Milano Osteopatia Bambini, Via Nicola Piccinni 3 – Milano, c/o lo studio SOMA.
I trattamenti saranno completi con durata regolare di 45 minuti e saranno mirati alle singole esigenze del bambino. Donazione minima a trattamento € 30.
Il ricavato del mese, sarà interamente devoluto a favore del progetto RAISE.
PER PRENOTARE UN TRATTAMENTO: info@theraise.org

RAISE – Research and Assistance for Infants to Support Experience – www.theraise.org
È un progetto supportato dalla Fondazione C.O.ME. Collaboration ONLUS, con cui si intende promuovere la salute del bambino attraverso un approccio terapeutico multidisciplinare, che comprende anche il trattamento manipolativo osteopatico.

RAISE con i propri professionisti è un valido ausilio clinico, scientifico e assistenziale, a partecipazione volontaria, in ambito neonatologico e pediatrico sia in ambito ospedaliero che extra ospedaliero.

La rete di volontari RAISE è ampia e si compone di professionisti specializzati: neonatologi, osteopati, fisioterapisti, infermieri, psicologi a supporto dell’intera famiglia.

In termini di prematurità, volontà del progetto è quella di migliorare la qualità assistenziale generale del prematuro e la qualità della vita riducendo i rischi della prematurità. Non solo, il progetto abbraccia la ricerca per produrre robuste evidenze scientifiche sull’effetto del trattamento manipolativo osteopatico su piccoli pazienti.

Attualmente sono 13 le strutture Ospedaliere in cui il Progetto RAISE è già attivo nei reparti di Terapia Intensiva Neonatale, con il “tocco affettivo” e il Trattamento osteopatico in stretta collaborazione con lo staff neonatologico, e/o nei reparti di Neonatologia e Pediatria.

Il progetto è attivo anche al di fuori dell’ambito ospedaliero, i neonati e i bambini con disabilità in età pediatrica, possono essere seguiti anche dopo le dimissioni, grazie ai differenti centri aderenti al progetto RAISE presenti sul territorio nazionale. Osteopati con esperienza professionale di alto profilo si occupano di garantire trattamenti osteopatici gratuiti.

Inoltre l’intervento di figure professionali tra cui musicoterapisti, psicologici, logopedisti, per dare supporto ed offrire una consulenza mirata, contribuisce alla cura del bambino e ne migliora lo sviluppo motorio e cognitivo. Il bambino ottiene benefici a livello di comportamento sociale, e di migliore qualità della vita.

Le donazioni per l’attività di ricerca scientifica sono deducibili al 100%.

RAISE è un progetto della Fondazione C.O.ME. Collaboration ONLUS secondo cui la conoscenza condivisa, attraverso esperienze e competenze, aiuta ad avere un pensiero libero creando speranza ed autentica solidarietà.

La Fondazione C.O.ME. ha inoltre l’obiettivo di svolgere attività di fund-raising destinate a stanziare le ricerche stesse, ed è ente beneficiario inserito negli elenchi del DPCM del 12.10.16 di revisione annuale del DPCM del 08.05.2007 (G.U. n. 268 16.11.16 .e n. 290 del 13.12.16).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *